. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Andrea Pessotto

Andrea Pessotto

Frequento la V A ginnasio (biennio) del Liceo Marcantonio Flaminio a Vittorio Veneto (TV)

Abito a Sarmede (Treviso (TV))
Veneto
Italia


Il mio referente per la finale è

Daniela Foltran

Chi sono

Mi chiamo Andrea, ho 16 anni e abito in un paesino in provinci di Treviso. Mi definirei una persona risoluta e fortemente legata ai propri ideali. Sono, al contempo, un ragazzo tranquillo e ansioso ; mi considero socievole, anche se nei momenti di solitudine che esprimo appieno la mia personalit: rifletto, medito e tento di non farmi sopraffare dalle preoccupazioni quotidiane e di trovare un personale equilibrio

Letture, film, musica preferiti

Un libro letto recentemente e che ho particolarmente apprezzato "Le memorie di Adriano (M. Yourcenar)". Per quanto riguarda i film, credo che il mio preferito sia "Moonrise KIngdom" di Wes Anderson. Il genere musicale che apprezzo maggiormente l'Indie e una dei miei cantanti preferiti Lorde.

Hobby, interessi, curiosità

Mi sono avvicinato al rugby qualche anno fa e mi piace pensare di riuscire a conciliare il lato "rude" di questo sport con le altre situazioni, decisamente pi contenute, che vivo ogni giorno. Sono molto appassionato d'arte, interesse che mi stato trasmesso da mio padre, e di cucina, passione che trova la sua origine nei pomeriggi trascorsi nella casa della nonna materna.

Il mio sogno...

Vorrei non accontentarmi mai, ma cercare sempre di migliorarmi.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Non lo so ancora; in futuro mi piacerebbe non dover definire ci che faccio come un lavoro nel senso pi stretto, ovvero con le acvcezioni di fatica e noia che vengono comunemente attribuite a questo termine.

Le materie che mi interessano di più...

Apprezzo le materie umanistiche quanto quelle scientifiche, e spero che la scuola che sto frequentando mi dia, in futuro, la possibilit di approfondire entrambi i versanti di studio. Non sono assolutamente portato, invece, per le materie tecniche e i lavori manuali.

Il mio rapporto con la scrittura...

Sar sincero: mi dedico alla scrittura molto meno di quanto vorrei (e dovrei).

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

E' stata la mia insegnante di italiano a presentare alla classe il progetto; cos, interessato dall'argomento, ho deciso di partecipare, non aspettandomi per grandi risultati... Per la prova di istituto mi sono mosso in autonomia, revisionando tutte le basi di grammatica, fonetica e metrica. Per la semifinale, inevece, la scuola e gli insegnanti mi sono stati di grande aiuto: mi hanno procurato le prove degli scorsi anni e, anche grazie a quest'allenamento, mi sono preparato a dovere.