. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Francesca Trinchini

Francesca Trinchini

Frequento la Terza liceale sez D (triennio) del Iis Torlonia-Bellisario a Avezzano (AQ)

Abito a Avezzano (AQ)
Abruzzo
Italia


Chi sono

Posso avvalermi della facolt di non rispondere? (Elencare i miei pregi sarebbe inelegante. Elencare i miei difetti sarebbe controproducente.)

Letture, film, musica preferiti

Il mio libro preferito I Miserabili di Victor Hugo, se escludiamo la Divina Commedia. Per quanto possa sembrare banale, amo Nolan e Tarantino ma il mio film preferito resta L'attimo fuggente (1989) con Robin Williams. Sono poco coerente nei gusti musicali. Ascolto di tutto, da La Traviata a Beyonc.

Hobby, interessi, curiosità

"Homo sum: humani nihil a me alienum puto". O, come direbbe De Andr, "mi innamoravo di tutto". Ma amo soprattutto i libri (sia scriverli, che leggerli) e il teatro (sia da attrice, che da spettatrice).

Il mio sogno...

Almeno una volta nella vita, vorrei andare in Giappone per assistere alla fioritura degli alberi di ciliegio.

Il lavoro che mi piacerebbe...

da quando sono piccola che a questa domanda rispondo: "La scrittrice!" Voglio ancora fare la scrittrice. Ma mi piacerebbe anche lavorare nel giornalismo e nell'editoria, oppure diventare una filologa o una ricercatrice universitaria.

Le materie che mi interessano di più...

Mi considero un'umanista: amo la lingua e la letteratura italiana cos come quella inglese, la filosofia, la storia dell'arte, la letteratura greca e latina. Tuttavia, le scienze mi affascinano profondamente e non credo nella presunta superiorit delle "humanae litterae" sulle discipline scientifiche o viceversa.

Il mio rapporto con la scrittura...

Suona come un clich o una frase fatta, ma la verit: la scrittura la mia grande passione. Ho imparato a scrivere quando avevo cinque anni e da allora non ho pi smesso. A dodici anni ho scritto il mio primo romanzo, "Dandelion - Il Lato oscuro di Veronica Hebanell", edito da Aracne nel 2014 primo volume di una saga fantasy alla quale sto tuttora lavorando. Quest'anno ho iniziato a pubblicare articoli giornalistici su alcune testate online, locali e nazionali.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

stata la mia professoressa di italiano del ginnasio a propormi per la prima volta di partecipare alle Olimpiadi di Italiano. Non posso che ringraziarla: questa la terza volta che mi classifico tra i finalisti (nel 2015 ho gareggiato nella finale nazionale a Firenze e nel 2017 a Torino). Per prepararmi, studio sulla famosa Grammatica di Luca Serianni.