. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Francesca Pilia

Francesca Pilia

Frequento la II I (biennio) del LICEO CLASSICO 'G.SIOTTO PINTOR' a CAGLIARI (CA)

Abito a CAGLIARI (CA)
SARDEGNA
ITALIA


Il mio referente per la finale è

FRANCESCA MARIA VANINI

Chi sono

Sono Francesca Pilia, ho quindici anni, sono nata e vivo a Cagliari, in Sardegna, e frequento il secondo anno del liceo classico Siotto Pintor. Adoro il mare, la musica, la scrittura e gli enigmi. Frequento il classico perch le mie storie della buonanotte sono stati i miti greci e romani, che mi appassionano tuttora. Studio inglese, suono la chitarra e vado in barca a vela. Ho molti amici non solo qua, ma anche nel resto d'Italia, conosciuti durante i Giochi Nazionali delle Scienze Sperimentali e durante un corso estivo della Marina Militare.

Letture, film, musica preferiti

Le mie letture preferite sono essenzialmente libri fantasy e di avventura, come ad esempio grandi saghe quali Il ciclo delleredit di Cristopher Paolini, ma anche classici distopici come 1984 di Orwell. La poesia non mi entusiasma ancora enormemente, se non per La ballata del vecchio marinaio di Coleridge. Tra i film preferiti occupano una posizione di rilievo i film animati della Disney e della Dreamworks, ma anche adattamenti cinematografici di romanzi (Il grande Gatsby) o film come V per Vendetta. Ascolto pi o meno ogni tipo di musica, incluse colonne sonore di videogiochi e film, ma i miei artisti preferiti sono Kygo (un dj che fa musica tropical-house) e i My Chemical Romance, che erano un gruppo definito emo/punk/pop rock scioltosi nel 2013.

Hobby, interessi, curiosità

Come detto prima, suono la chitarra, e finora lunico hobby che sia riuscita a coltivare con costanza: infatti le uscite in barca, sebbene siano un passatempo stupendo, non sono assidue. molto comune che esca di casa, da sola o con degli amici, per esplorare il quartiere storico, i parchi e i punti panoramici di Cagliari, alla ricerca di posti sempre pi belli.

Il mio sogno...

Viaggiare per scrivere e imparare. Vorrei poter vivere quasi alla giornata, vivendo ogni Paese come se fosse il mio; mi piacerebbe nuotare nel mare azzurro di un atollo in mezzo al Pacifico tanto quanto scalare una montagna in mezzo al deserto australiano. Vorrei viaggiare per fare esperienze, per immagazzinare quante pi meraviglie e informazioni possibili nei miei occhi e nei miei ricordi. Vorrei scrivere i miei pensieri, una poesia, mentre osservo il tramonto illuminare lo skyline di una grande metropoli, vorrei conoscere persone che possano insegnarmi cose che solo loro possono insegnarmi e imparare tutto ci che posso in una vita sola.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Vorrei non limitarmi a un solo lavoro in tutta la vita. I miei desideri spaziano dal voler fare la diplomatica alla zoologa in unoasi protetta, dal voler essere unastronauta allessere una musicista. Vorrei poter fare un lavoro che mi insegni un certo tipo di abilit o competenza, e poi cambiarlo, per poter imparare tutto e servirmene nel momento del bisogno.

Le materie che mi interessano di più...

Attualmente, direi il latino, il greco, l'italiano e leducazione civica. Il latino e il greco perch tradurre come risolvere un rompicapo o un problema di matematica, e la soddisfazione enorme. Inoltre, i pensieri pi profondi della cultura occidentale sono stati scritti in queste due lingue, e non c nulla di pi bello che leggere o tradurre autonomamente un testo originale. Leducazione civica che in questo periodo dellanno va a braccetto con il programma di geografia, ovvero la globalizzazione e lUnione Europea mi interessa perch, leggendo e studiando i vari articoli della Costituzione e le varie forme di governo esistenti, scopro come funziona il mondo e, in special modo, lItalia.

Il mio rapporto con la scrittura...

capitato molto spesso che fossero i miei amici a chiedermi di scrivere per loro, soprattutto raccontini sulla nostra quotidianit. Capita altrettanto spesso che chieda io, invece, alla persona che ho a fianco la prima parola che le viene in mente, e attorno a essa costruisco qualche verso, un racconto, un testo di un paio di righe. Ma la scrittura ha sempre avuto per me un valore pi amico, pi intimo di questi due esempi: stata uno dei miei pochi canali di sfogo, e sicuramente il pi agevole durante le notti insonni.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

La mia scuola promuove le Olimpiadi attraverso circolari, e questanno la mia professoressa ha iscritto me e varie altre persone della mia classe. Ci siamo preparati attraverso gli allenamenti forniti on-line sul sito delle Olimpiadi e con le prove degli anni scorsi che la referente ci ha inviato man mano, correggendole a scuola il giorno dopo.