. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Enrico Miotto

Enrico Miotto

Frequento la 5 C (triennio) del Istituto Istruzione Superiore 'Viola-Marchesini' a Rovigo (RO)

Abito a Stanghella (PD)
Veneto
Italia


Chi sono

Sono Enrico Miotto, vivo in un piccolo paese in provincia di Padova. Frequento l'Istituto Tecnico Industriale "Ferruccio Viola" di Rovigo nell'indirizzo Elettrotecnica-Elettronica ed Automazione. Sono contento del percorso di studi fatto finora ed ho intenzione di iscrivermi alla facolt di Ingegneria dell'Informazione all'Universit di Padova, una volta ottenuto il diploma. Non la prima volta che partecipo ad una finale delle Olimpiadi di Italiano: la scorsa volta, nel 2016, mi sono classificato secondo degli istituti tecnici, categoria Junior. Sono molto contento di prendere ancora parte a questa competizione che sempre un incentivo a migliorarsi e a coltivare lo studio della lingua italiana.

Letture, film, musica preferiti

Ho una grande passione per la lettura: mi piacciono svariati generi tra cui classici della letteratura, ma anche libri gialli (Conan Doyle e John Dickson Carr sono i miei autori preferiti) e saggi scientifici o storiografici. Ascolto generalmente musica rock ed heavy metal (per esempio gli AC/DC) ma ogni tanto mi piace sentire anche un po' di musica classica (Mozart, Bach e Verdi principalmente). Guardo molti film, ma non preferisco un genere in particolare. Non guardo film horror.

Hobby, interessi, curiosità

Ho giocato a calcio per 13 anni nel ruolo di portiere, recentemente ho smesso per un infortunio alla spalla per spero di poter tornare in campo in futuro. Sono un appassionato di scacchi e sono iscritto al circolo scacchistico rodigino; nel corso dell'anno ho partecipato ad alcuni tornei nazionali ed anche al campionato a squadre in serie C. Io ed alcuni miei compagni stiamo programmando un robot che porteremo alle gare nazionali di robotica a Roma: la realizzazione di robot mi affascina.

Il mio sogno...

Mi piacerebbe fare un lavoro che mi appassiona, da non considerare come un obbligo oppure una mera fonte di guadagno, e magari distinguermi nel mio campo tramite impegno e dedizione. So che questo non detto che si avveri, per cui in questo momento penso pi che altro a diplomarmi con un buon voto.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Mi piacerebbe lavorare nell'ambito della robotica e dell'automazione industriale. Per questa ragione, se possibile, vorrei specializzarmi ed ottenere la laurea magistrale in ingegneria dell'automazione dopo aver conseguito la triennale in ingegneria dell'informazione.

Le materie che mi interessano di più...

Trovo le mie materie tecniche di indirizzo molto stimolanti ed interessanti, anche per l'apparato matematico di base che necessitano. Mi sto formando anche sulla logica di programmazione, necessaria per il percorso universitario che voglio intraprendere. Adoro anche le materie umanistiche come Italiano e Storia, che considero fondamentali nella figura di un tecnico.

Il mio rapporto con la scrittura...

Al di fuori della scuola non scrivo molto su carta. La maggior parte del tempo che impiego scrivendo per studiare qualcosa che mi interessa oppure per schematizzare i libri di scuola. Mi capita pi spesso di messaggiare con i miei amici, i miei familiari e con la mia ragazza, per non considero i messaggi del telefonino propriamente come "scrivere".

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

Sono venuto a conoscenza delle Olimpiadi di italiano a scuola, in seconda superiore, anno della mia prima partecipazione sia alla gara che alla finale. Da allora ho gareggiato ogni anno e sono sempre passato alla seconda fase, mancando per la qualificazione in finale. Non mi alleno in modo diretto, ma pi che altro sono appassionato di lettura, che considero anche un buon esercizio per migliorare la propria scrittura.