. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Luca Lombardi

Luca Lombardi

Frequento la 3 (triennio) del Italo Calvino a Mosca (Est.)

Abito a Mosca (Oblast' di Mosca)

Russia


Il mio referente per la finale è

Alessio Mazzola

Chi sono

Nacqui a Sessa Aurunca (CE) il 28/07/03, da madre casalinga e padre militare. Gi da piccolo iniziai a studiare insieme a mio fratello, quattro anni pi grande di me, perci, terminata la scuola materna, sapevo gi leggere e scrivere; pertanto, feci un esame per passare direttamente in seconda elementare senza passare dalla prima, superandolo. Nel 2010 mi trasferii per la prima volta a Mosca, dove finii le elementari nella scuola italiana Italo Calvino. Nel 2013 tornai a Sessa Aurunca, dove frequentai le scuole medie e il biennio del liceo scientifico. Dal 2015 al 2018 sono arrivato alla finale nazionale di Giochi matematici dell'Universit Bocconi, senza mai riuscire a qualificarmi per la finale internazionale a Parigi. Nel 2018, tra l'altro, sono anche riuscito a qualificarmi per la finale delle Olimpiadi della Matematica, non partecipando per alla finale per problemi personali. Il 31 dicembre del 2018 mi sono trasferito nuovamente a Mosca per un periodo indeterminato, cambiando indirizzo del liceo da linguistico a scientifico.

Letture, film, musica preferiti

Onestamente, io non leggo molto, n vedo tanti film: non mi dispiace affatto leggere, ma ultimamente non ho molto tempo, causa studio.

Hobby, interessi, curiosità

Mi piace ascoltare la musica.

Il mio sogno...

Il mio sogno del cassetto partecipare al festival di Sanremo.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Mi piacerebbe molto fare il cantante.

Le materie che mi interessano di più...

Mi interessano pi che altro le materie scientifiche, come la matematica e la fisica.

Il mio rapporto con la scrittura...

Onestamente scrivo molto raramente.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

Partecipai per la prima volta alle Olimpiadi di Italiano in prima superiore, non qualificandomi per la finale nazionale. Arrivato a Mosca, il preside Cosimo Guarino ha proposto agli studenti di partecipare e io mi sono offerto.