Mi presento

Martina Piazzi

Martina Piazzi

Frequento la 1^D (biennio) del Liceo Scientifico Statale G.D.Cassini a Genova (GE)

Abito a Genova (Genova)
Liguria
Italia


Chi sono

Mi chiamo Martina, ho 14 anni e vivo a Genova. Ho una sorella più piccola, moltissimi libri perché adoro leggere tutto quello che trovo e molte amiche, anche se è difficile tenersi in contatto con tutte. Ho un’ottima memoria al punto che la scuola mi sembra a volte troppo facile e noiosa, imparo molto in fretta e mi piace aiutare gli altri se sono disponibile.

Letture, film, musica preferiti

I miei libri preferiti sono quelli di genere storico e giallo, preferisco i libri di autori stranieri quali Ken Follett, Jeffery Deaver e Camilla Lackberg. La cinematografia non mi appassiona particolarmente ma mi piacciono le saghe di “Pirati dei Caraibi” e “Gli X-men”.

Hobby, interessi, curiosità

I miei hobby principali sono la lettura, suonare il pianoforte, cucinare e giocare ai giochi da tavolo, soprattutto quelli molto complicati. Anche se ho iniziato relativamente da poco, adoro il mio sport, il taekwondo, perché credo che ogni donna debba sapersi difendere da sola e perché insegna il rispetto reciproco e la disciplina. L’anno scorso ho preso la certificazione IGCSE di matematica e adesso sto studiando per prendere l’A level.

Il mio sogno...

Il mio sogno più grande sarebbe diventare un’ astronauta, per osservare la Terra dallo spazio e affrontare condizioni estreme per compiere straordinari esperimenti scientifici anche se so che sarà molto difficile.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Mi piacerebbe diventare biochimica o ingegnere biomedico, o comunque un lavoro che abbia a che fare con il campo della biologia e con la ricerca sperimentale.

Le materie che mi interessano di più...

Andando allo scientifico, mi interesso di chimica, geologia e matematica, anche s preferisco studiarle da sola e non a scuola. Mi piace anche lo studio della storia, perché è fondamentale conoscere il percorso dell’umanità attraverso gli errori per giungere dove siamo oggi.

Il mio rapporto con la scrittura...

Al di fuori della scuola, mi piace scrivere come mezzo per esprimere le mie emozioni e magari raccontare cose che non voglio dire a nessuno. Per me ogni testo che scrivi rivela una nuova parte di te e ogni testo che leggi ti offre una nuova visione del mondo: per questo non capisco le persone che non leggono o scrivono perché dicono che è noioso o non hanno niente da dire. Credo che quando scrivi non ci sia qualcosa di giusto o di sbagliato ma solo il modo in cui lo racconti che può essere più o meno personale. A volte scrivo le mie riflessioni in un diario segreto e mi piace inventare delle brevi poesie per i compleanni delle persone più care o provo a scrivere brevi storie basandomi su spunti che trovo sul libro di antologia per vedere se cono in grado di confrontarmi con quell’argomento.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

Sono venuta a conoscenza delle olimpiadi guardando fra le gare cui partecipava il mio liceo prima di iscrivermi e poi m sono informata online sull’iniziativa. Per la gara mi sono preparata da sola, leggendo molto, facendo esercizio di scrittura e svolgendo le vecchie edizioni delle prove sul sito.