Mi presento

Maria Beatrice Lupi

Maria Beatrice Lupi

Frequento la 2a D (biennio) del Liceo Ariosto Spallanzani a Reggio Emilia (RE)

Abito a Reggio Emilia (Reggio Emilia)
Emilia Romagna
Italia


Chi sono

Mi chiamo Maria Beatrice Lupi, ma tutti mi chiamano semplicemente Bea. Sono nata a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, quindici anni fa e, soprattutto quando ero piccola, la mia vita è stata letteralmente "un viaggio". Dopo avere passato i primi mesi della mia vita a Reggio Emilia, infatti, ho abitato per circa tre anni a Bergamo, per poi ritrasferirmi definitivamente a Reggio Emilia, dove tuttora mi trovo. Pur abitando in Emilia Romagna, sono molto legata alla Liguria perché spesso mi reco con la mia famiglia a Ospedaletti, un piccolo paese di mare di cui è originario mio padre e dove abita tuttora mia nonna. Fin da piccola ho praticato vari sport e mi piace molto viaggiare. Attualmente frequento il secondo anno della sezione scientifica del Liceo Classico Scientifico "Ariosto Spallanzani", una scuola impegnativa, ma molto stimolante. Sono una persona piuttosto socievole e mi piace molto stare in compagnia e proprio per questo per me è stato arduo affrontare questi due anni di pandemia, nei quali ho avuto davvero poche occasioni per frequentare i miei amici. Sono una persona fondamentalmente ottimista e, pertanto, il mio motto è "Niente è facile, ma nulla è impossibile".

Letture, film, musica preferiti

Leggo molto e mi piace leggere libri di tutti i generi, dalla narrativa realistica a quella fantasy, dal romanzo d'avventura a quello storico, dal giallo al romanzo di formazione. Apprezzo anche quasi tutti i generi di film, ad eccezione di quelli horror. In particolare mi piacciono i film d'azione e d'avventura, ma reputo interessanti anche quelli che trattano argomenti più impegnativi. Ascolto vari generi di musica e mi piace soprattutto quella pop, italiana e straniera.

Hobby, interessi, curiosità

Nel mio tempo libero leggo, disegno, ascolto la musica e, ovviamente, frequento i miei amici. Non pratico sport a livello agonistico, ma mi piace lo sport, anche come occasione per socializzare, e, quindi, a livello amatoriale ne pratico vari. Da quest'anno frequento un corso di balli caraibici che è molto coinvolgente.

Il mio sogno...

Il mio sogno nel cassetto è quello di diventare un'attrice. Fin da quando ero piccola e partecipavo agli spettacoli che si organizzavano a scuola, a Natale o alla fine dell'anno scolastico, infatti, mi è sempre piaciuto recitare. Sono, tuttavia, consapevole del fatto che sia molto difficile diventare attrice e che quindi, probabilmente, sia un sogno destinato a restare tale.

Il lavoro che mi piacerebbe...

A dire il vero non so ancora quale lavoro vorrei fare. Tuttavia ci sono varie professioni che potenzialmente mi interessano quale quella di medico, di giornalista o di insegnante.

Le materie che mi interessano di più...

Gli argomenti di studio che mi interessano sono vari. Da una parte, infatti, mi piacciono le materie umanistiche, come l'italiano, ma dall'altra sono molto interessata anche a quelle scientifiche, come la matematica o la fisica.

Il mio rapporto con la scrittura...

Non scrivo spesso, più che altro perché il tempo e le occasioni per dedicarmi alla scrittura non sono molte. Nonostante ciò, mi piace comunque scrivere, sia perché sono una sognatrice e la scrittura è un modo per dare sfogo alla mia immaginazione, sia perché ritengo che la stessa sia un importante mezzo che tutti hanno per esprimersi e per comunicare. Questa attività ha iniziato a piacermi soprattutto a partire dalla scuola media, durante la quale ho, tra l'altro, partecipato ad un progetto chiamato "Cronisti di classe" per il quale ho scritto un paio di articoli in collaborazione con altri studenti.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

Sono venuta a conoscenza delle Olimpiadi di italiano l'anno scorso, grazie alla mia insegnante di italiano che me ne ha parlato. Per la fase d'istituto e per le semifinali mi sono preparata principalmente facendo gli allenamenti che ho trovato sul sito, mentre per la finale, purtroppo, non ne ho reperiti ad eccezione di quello proposto con la comunicazione della finale. Spero che il fatto di aver sempre letto molto mi possa, comunque, aiutare ad affrontare questa prova.